Il Cantico

trenjpeg1

LUCIA BALDO
CARO TRENINO DELLA VAL DI FIEMME
IL PROGRESSO DAL VOLTO UMANO
Ed. Soc. Coop. Soc. Frate Jacopa, 2014

Percorrendo la tratta Ora-Predazzo dalla prima guerra mondiale fino ai primi anni ’60 del Novecento, il treno della Val di Fiemme è stato agli inizi il simbolo di un progresso tecnologico posto al servizio della guerra, poi, in ambito civile, nel secondo dopoguerra è divenuto espressione di una tecnologia di pace finalizzata a una convivenza solidale, aperta e dialogante.
Sul treno, divenuto per tutti il “trenino”, si riversavano i sogni e le speranze di poter costruire insieme un mondo migliore, dopo le tragedie delle guerre mondiali e delle dittature. Il “caro trenino” diviene, così, una metafora della vita intesa come viaggio, scandito in tappe o “stazioni”, fino al raggiungimento della meta ultima che non coincide con un progresso quantitativo, pervasivo e avvolgente, ma qualitativo, dal volto umano, aperto al futuro e alla speranza.

ISBN 9788890765667,
Formato cm 13,5×20, pag. 192, € 16,00

Print FriendlyStampa questa pagina o salva un PDF
Did you like this? Share it:
Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*