Francesco, la Madre Terra e il futuro dell’Occidente

img70L’enciclica Laudato si’, con la sua portata rivoluzionaria, ha conquistato il mondo diventando il più alto grido d’allarme mai lanciato sulle ferite del pianeta.
Con la convocazione di un Sinodo speciale sull’Amazzo-nia, papa Francesco – ispirato dall’immenso orizzonte del santo di cui ha scelto il nome – riporta con vigore all’attenzione della comunità internazionale l’urgenza di una “conversione ecologica” globale.
Perché l’Amazzonia ci salverà?
Per il pontefice argentino i popoli indigeni di quella regione sono gli ultimi testimoni di un rapporto con la terra unico e primordiale, profondamente intessuto nella cultura, al punto da rappresentare un paradigma per il resto del mondo. La riserva amazzonica ci salverà con le sue foreste, la sua acqua, la sua biodiversità. Ci salverà con la fraternità e la spiritualità delle sue genti. Ci salverà con la deferenza dei suoi popoli verso la Madre Terra.
Sui passi di Francesco d’Assisi – patrono dei cultori dell’ecologia, amato anche dai non credenti – si muove dunque la Chiesa del Terzo Millennio e Giuseppe Buffon – fine studioso del francescanesimo – guida il lettore a comprendere il valore universale dell’Amazzonia proprio attraverso la visione profetica e moderna del “cantore della Creazione”, capace di tenere insieme il corpo, lo spirito, la natura, Dio e il coro di tutte le creature dell’universo.

L’Autore
Giuseppe Buffon
, frate minore, è professore ordinario di Storia della Chiesa presso la Pontificia Università Antonianum di Roma. È decano della Facoltà di Teologia e direttore del percorso professionale in Ecologia integrale dello stesso Ateneo. Per Edizioni Terra Santa ha pubblicato: Francesco l’ospite folle. Il Povero di Assisi e il Sultano. Damietta 1219 (2019).

Edizioni Terra Santa – via Gherardini, 5 – 20145 Milano – www.edizioniterrasanta.it
Ufficio stampa: Elena Grazini – elena@elenagrazini.it – 338 190 24 36
ufficiostampa@edizioniterrasanta.it